Chiunque può aprire discussioni postando la propria richiesta. E' garantito l'anonimato poichè è facoltativo inserire le proprie generalità. Non è necessario iscriversi. Alle richieste sono autorizzati a rispondere soltanto i counselor dello Staff. Coloro i quali hanno postato la propria richiesta alla quale successivamente i counselor hanno risposto, potranno nuovamente rispondere a loro volta rivolgendosi al counselor che ha fornito la risposta. Vi invitiamo per favore a inserire dei titoli ai vostri post che siano sintetici di quanto andate a scrivere o a chiedere, che richiamino cioè l'argomento oggetto del vostro post e non titoli generici come "richiesta info", "help", ecc. In questo modo, sarà facile per tutti individuare le discussioni che più ci interessano a seconda dei titoli e degli argomenti. http://www.servizisocialionline.it

Ordina messaggi: Vai a fondo pagina!
 

AutoreMessaggio
Scritto da:
vittoria

01-10-2018 - 13:27:53
IP Autore
problematica con anziano, maltratato.
Mia madre di 87 anni, ha una casa popolare dove abita da sempre , e su cui ha il diritto all’acquisto. 30 anni fa uno dei miei fratelli e sua moglie (ce in questa momento malata e sta facendo chemioterapia) andarono a vivere nella casa di mia madre con la promessa che si sarebbero occupati di lei in anzianità, entrambi disoccupati si fecero 3 figli, ora uno di loro ventenne, ha avuto un figlio e abita in un altro comune, ma ogni tanto viene a stare nella casa di cui all’oggetto , l’altro ha una fidanzata che dorme con lui ogni sera ha 21 anni . Nel frattempo una sorella autistica di mia cognata va a vivere nella casa di mia madre (quando e morta la sua madre)pur avendo residenza in un altro comune (una casa popolare di 2 camera da letto, cucina, soggiorno e 1 bagno, inabitata); la casa di mamma e composta di 3 camere da letto con cucina 1 bagno 1 sala pranzo e un soggiornino dove mamma guarda T.V. è ha la sua poltrona ed il telefono ,loro ora hanno cercato di occupare tutta la casa, i loro figli grandi non vanno a scuola non lavorano dormono di giorno e vegliano la notte sulla play station. Hanno costretto mia madre a dividere la camera da letto con un nipote di 10 anni, essa è cardiopatica ed ha molte altre patologie, per abbreviare; ultimamente ho scoperto ci sono stati episodi di maltrattamenti nei suoi confronti, sia fisici da parte del malato autistico, che psichici da parte di mio fratello e sua moglie, che risentono la presenza da mia madre. Ora mia madre ha bisogno di accompagnamento perché la sua situazione di salute e peggiorata. Quale potrebbe essere la risoluzione di questa storia complicata, mia madre che comunque ora e ospite da me e mia sorella in turni, non vuole lasciare la sua casa e le sue cose e non vuole fare intervenire l’ assistete sociale per paura di aggravare il suo rapporto con mio fratello, io stessa ho assistito alle aggressioni verbali di mio fratello nei confronti di mia madre. Es : ti pisci e ti caghi, addosso ,posso aggiungere che c’è un solo bagno e non è facile per mia madre arrivarci in tempo; quando lo occupano senza dare la priorità a lei anziana. Loro non vogliono lasciare la casa di mia madre di mia madre, nonostante abbiano un'altra casa vuota in un altro comune. Grazie questo è il quesito. Vittoria
Scritto da:
dott.ssa Ivana Stella Staff

01-10-2018 - 19:19:51
IP Autore
casa popoalre
Buonasera,
Nella casa popolare ha diritto a vivere solo chi ha intestato il contratto e chi e' nello stato di famiglia, gli altri no. Io consiglio di parlare con l'assistente sociale, perche' non mi sembra molto salubre vivere cosi' tanti in una casa di queste dimensioni, non ci sono proprio gli spazi che la legge prevede.
Cordialmente
Dott.ssa Ivana Stella
Scritto da:
Vittoria

02-10-2018 - 14:03:40
IP Autore
problematica con anziano, maltratato.
Grazie per il vostro consiglio, ma mia madre, e noi fratelli e sorelle, non vogliamo creare ulteriori problemi per il nostro fratello, che ne ha ora troppi. Come possiamo ottenere maggiori informazioni sulla casa popolare, senza consultare le autorità?
Considerando che mia cognata, che ora si prende cura della sua sorella autistica, dalla morte della madre, che possiede una casa popolare in un altro comune (2 camere da letto), adesso vuota, a nome della sorella autistica. Ho pensato che potrebbe essere possibile, a causa dell'incompatibilità della famiglia di mio fratello nei confronti di mia madre, che mio fratello e la sua famiglia allargata potrebbero essere in grado di rinunciare alla casa popolare vuota (2 camere da letto) in un altro comune, e ricevere in cambio una casa popolare (4 camere da letto), che si adatterebbe hai bisogni di tutti loro. Ciò permetterebbe a mia madre di rimanere a casa sua, con le sue cose e i suoi ricordi, dando spazio ad una accompagnatrice, che potrebbe prendersi cura dei suoi bisogni attuali. In effetti, stiamo attualmente richiedendo l’ accompagnamento, ai sensi della Carta dei diritti per gli anziani.
Potresti, per favore, confermare anche se la sorella autistica di mia cognata ha il diritto di vivere nella casa di mia madre.
Grazie, Vittoria.
Scritto da:
dott.ssa Ivana Stella Staff

02-10-2018 - 21:57:30
IP Autore
casa popolare
L'accesso alle case popolari e' disciplinato dal regolamento comunale, quindi deve verificare al comune cosa sia possibile fare.
cordialmente.
dott.ssa Ivana Stella