Ordina messaggi: Vai a fondo pagina!
 

AutoreMessaggio
Scritto da:
Luciano

16-01-2014 - 11:24:48
IP Autore
Commento poesia BUGIA
BUGIA
Lirica che si insinua e smuove la coscienza. La bugia, inganno, ma anche astuzia e difesa (“risposte strappate ai risolini”) di una verità altra. Il vero e non vero è impulso, così come la bugia è “mastice essiccato”, l’una e l’altra a confronto, perché non sempre la bugia è contraria alla verità, all’autenticità. La verità la si può “trascinare segretamente” per paura o coraggio, ma allo stesso tempo la si può “svelare” per paura o coraggio. Se l’istrione non convive più col tormento “del ruolo”, che razza di istrione è? Sarebbe “l’uomo comune” di Nietzsche, l’uomo schiavo degli stereotipi, l’uomo che galleggia in superficie. Un poesia che s’inabissa e nel magma profondo porta con sé contraddizioni che si ricompongono. I versi poetici di Candida sono pulsione, sollecitazione, non teorema.