ATTENZIONE: questo Forum è stato disattivato! Serve solo da "archivio storico"! NON inserire nuovi interventi in quanto verranno eliminati!!!

Ordina messaggi: Vai a fondo pagina!
 

AutoreMessaggio
Scritto da:
felix

27-05-2008 - 18:02:38
IP: 217.133.3.96
sponsor per JAK Bank
Perchè non cominciare ad informare le aziende insistenti sul nostro territorio, di questa possibile realtà "JAK"? potrebbero essere già loro ad investire e magari mettere a disposizione un capitale iniziale!!!
Scritto da:
Mario DANISI

27-05-2008 - 19:59:06
IP: 83.184.2.147
Buona idea!
Bravo Felix: trovo la tua idea, dello sponsor, un'ottima idea!!!
Sicuramente trovare adesioni nel mondo imprenditoriale (per loro con un ritorno pubblicitario o simile, penso a forme di sgravio fiscale tipo onlus o cose simili ... piuttosto che incentivi o sconti nei loro ciurcuiti per i nostri Soci ... da studiare, inventare insomma ...) sia un'idea da non sottovalutare: percorriamo anche questa strada, lavoriamoci tutti nel nostro "piccolo".
Coraggio, andiamo bene, andiamo avanti!!!
Scritto da:
Gabriele Lagana'

30-05-2008 - 00:59:04
IP: 37.255.82.27
Interessante
Ciao, ragazzi secondo me e' interessante l'idea, ma piu' che imprenditorialita', io proverei una sorta di richiesta di eventuali aiuti da parte del comune, o qualcosa del genere. Che ne pensate?
Scritto da:
M.Vittoria

31-05-2008 - 18:02:56
IP: 81.211.245.59
sponsor
Non capisco.In Svezia sono i cittadini che hanno deciso di creare la Jak o no? Perchè noi non possiamo partire dalla loro esperienza,piuttosto che andare a cercarci dei referenti che comunque avrebbero dei limiti perchè non possono decidere da soli ma demandare ai vari consigli comunali con annessi e connessi? Parlo per esperienza!
Scritto da:
Guido Del Prete

04-06-2008 - 01:13:50
IP: 82.59.85.39
Capitale sociale
Sono d'accordo con Maria Vittoria. Ce la dobbiamo sbrigare quanto più possibile da soli. Uno dei primi problemi da superare è la costituzione di un capitale sociale e non tutti forse hanno possibilità di versare la quota capitaria necessaria. A questo riguardo ho una proposta. Perché non trasformare il capitale sociale, dopo averlo versato, in obbligazioni verso i soci? Dopotutto si tratta di una bcc e dovrebbe essere un’operazione finanziaria consentita. Facciamo finta che siamo in mille ed ognuno di noi versi duemila euro. Dopo aver versato il denaro la banca lo può gestire come le pare. Anzi lo statuto di una bcc prevede che il prestito deve essere effettuato prevalentemente verso i soci. Io verso duemila euro. Dopo un po’ di tempo i duemila euro mi vengono restituiti sotto forma di prestito a tasso d’interesse agevolato (2,5%?). Visto che in una bcc ogni socio possiede una quota uguale a quella di tutti gli altri, se parte del tasso di interesse ricade tra i dividendi da distribuire questo costituirà un ulteriore abbattimento del tasso di interesse. E’ come se ognuno prestasse i soldi a se stesso. Un ulteriore abbattimento del tasso di interesse si potrebbe avere con formule bilanciate. Ad esempio verso duemila euro, ma poi mi faccio prestare solo mille euro.
Lo scopo di questa manovra finanziaria sarebbe quello di aggirare legalmente lo scoglio del capitale sociale e dare l’avvio a una raccolta di depositi con opportune operazioni di marketing e una vera e propria politica di impresa. Infatti, studiando il modello JAK mi sono convinto che i profitti ci sono, anche se ovviamente di molto inferiori a quelli stratosferici dei gruppi bancari tradizionali. Dopo questi passaggi preliminari avremo liquidità sufficiente non solo per autofinanziarci, ma anche per generare qualche profitto. Che ne pensate? Ovviamente bisogna studiare la fattibilità della proposta e, soprattutto, verificare se tali operazioni rientrano nei termini di legge. In caso contrario meglio non fare niente, sennò sono dolori!
Un saluto a tutti
Guido

Pagina Successiva >>


ATTENZIONE: Forum disattivato!!!